Lacrime di caffeina

È durato un attimo, un secondo lungo minuti.
Sensazione di smarrimento,
incapacità di reagire agli stimoli.

Ricordo di aver fatto qualche cosa,
di aver fatto tante cose,
in quell’istante di irrequieta assenza.

Il cuore batte troppo svelto
le parole si ingarbugliano come
se non fosse troppo tardi.

Appoggio le dita sulla tastiera
ma quello che esce è solo confusione
e lacrime di caffeina.

Un momento dopo, si rivela invano
la stanchezza di notti troppo lunghe
e di ansiosi pensieri discordanti.

Nessun commento finora.

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Top