Lacrime di caffeina

È durato un attimo, un secondo lungo minuti. Sensazione di smarrimento, incapacità di reagire agli stimoli. Ricordo di aver fatto qualche cosa, di aver fatto tante cose, in quell’istante di irrequieta assenza. Il cuore batte troppo svelto le parole si ingarbugliano come se non fosse troppo tardi. Appoggio le dita sulla tastiera ma quello che[…]

Leggi tutto

Al ballo mascherato

Il mio nero manto è intriso dell’eccitazione del mistero. Dalle finestre spalancate luci che si riflettono sull’acqua torbida e senza fondo mentre acute note incitano corteggiamenti e mostruosità. Il mio viso perde la sua forma liberando un impavido animale, un temibile rettile di passioni e di striscianti desideri. Presentandomi al banchetto sento divampare il fuoco[…]

Leggi tutto

Il Ragno

Lo sento lentamente muoversi attraverso le mie vene il Ragno demoniaco che mi opprime e mi indebolisce. Ora dopo ora. Lo sento scendere dal mio cervello, lungo la schiena per infuocare di dolore e paura ogni organo, tessuti strappati. Un ronzio interminabile di pensieri inaccettabili, un brulichio di formiche affamate nello stomaco, sapore amaro in[…]

Leggi tutto

Gioco di ombre

Riporto tutto a un gioco di ombre mentre la ragione brama vendetta. Irrazionale, ironica barbarie che, da solo, mi infliggo con ardore, mentre si offusca l’orizzonte. L’incontrollabile bramosia di risposte, l’incessante paura del futuro, miopia interiore, vertigini e brividi sulle tremanti gambe inerti. Immagino un interruttore sulle mie tempie, un silenzio intanbigile, un rincuorante vuoto.[…]

Leggi tutto

Sublinatale

Din don, suona la neve! Le luci natalizie cantate per strada, le campane che cadono dolci sui nostri visi, le dolci canzoni danno un magico aspetto alle solite vecchie strade. Bambini guardano barboni e aspettano con ansia la mezzanotte Mentre regali piangono agli angoli delle strade per un boccone. Compra. Tutto è confuso a Natale…[…]

Leggi tutto

Stimoli sensoriali

Sento stimoli sensoriali troppo simili al vento per poterli decifrare. Mentre aspetto che i miei occhi ricomincino a vedere il torbido futuro che mi aspetta io penso. Non ha fine la notte se mai comincia. Appunto. Impossibile uscire da questo sistema che mi accerchia. Basta stimoli e, soprattutto, reazioni obbligate ad essi! Ti svegli un[…]

Leggi tutto

Bulimia culturale

La descrizione del principio è instabile. Rotolo nei miei attimi con rinnovato torpore. E intorno gente che si ciba di cultura ostentando, poi, la propria obesità. Io vivo la mia bulimia culturale. Rigurgito ciò che apprendo per non doverlo mostrare. Purtroppo lascio segni in questa mia piccola e scontata esistenza. Segni di vomito didattico appiccicoso[…]

Leggi tutto
Top